Bullet Journal,  Senza categoria

5 Consigli per iniziare un Bullet Journal nel 2020

Prepara il tuo Bullet Journal (e te stessa) per un nuovo anno da favola.

Ecco i miei 5 consigli per iniziare un Bullet Journal nel 2020.

E’ strano pensare che il 2019 stia per finire. Per me è stato un anno importante, sono successe cose più o meno piacevoli, ma sicuramente è stato un anno di svolta.

Dal punto di vista del nostro hobby preferito, il journaling, questi ultimi due mesi dell’anno sono molto intensi: bisogna chiudere i conti con la vecchia agenda e trovarne una nuova. Se usate il metodo del Bullet Journal, dovrete iniziare un nuovo quaderno e fare la migrazione. Questo concetto viene spiegato molto bene nel libro di Ryder Carrol – Il Metodo Bullet Journal.

E se vi mancano le idee per il nuovo set up, ci sarà da perdersi in mezzo alle migliaia di foto che le nostre colleghe condividono: Instagram si popola di suggerimenti per le vostre copertine e visioni mensili, per organizzare l’agenda per il nuovo anno. Anche su Pinterest troverete una fonte inesauribile di idee per scegliere il vostro nuovo metodo di organizzazione.

Quindi, se per il 2020 avete deciso di iniziare un Bullet Journal, o se già lo fate ma volete iniziare al meglio il nuovo quaderno… ecco i miei 5 consigli per iniziare un Bullet Journal.

Iniziare un Bullet Journal nel 2020

Noterete che questo post si rivolge principalmente alle principianti del Bullet Journal, o a chi ne ha iniziato uno ma senza successo. Se avete cercato delle informazioni su internet, magari vi sarete perse nella navigazione.

Questo è del tutto normale, data la vastità di idee creative che questo metodo di propone e tra cui potete scegliere. Quindi questa guida vi servirà non solo per iniziare un bullet journal, ma anche per trovare la motivazione per tenerlo sempre aggiornato.

Leggi anche: Bullet Journal: Guida per principianti (infografica)

1) Iniziare con un buon quaderno

Questa è davvero la cosa più importante di tutte. Se vi state iniziando solo adesso al mondo del Bullet Journal, magari non vi sembrerà una cosa di così fondamentale importanza, ma il quaderno che sceglierete avrà in realtà un ruolo chiave.

5 cose che possono succedere se scegli il quaderno sbagliato:

  • L’inchiostro trapasserà da una pagina all’altra
  • Se sbagliate dimensione non lo porterete sempre con voi
  • Non avrete abbastanza pagine
  • La copertina debole non proteggerà il vostro bullet journal
  • La scarsa qualità della carta non vi permetterà di essere creative (con gli acquerelli ad esempio)

Dunque iniziare con il giusto quaderno è la chiave per il successo del vostro bujo. Immaginate se doveste perdere ogni volta delle ore a cercare di coprire le macchie sulle pagine, perchè la penna ha sbavato!

Ora la questione è: come scegliere un buon quaderno? Ecco alcune domande che possono aiutarvi nella scelta.

  • Qual è la giusta dimensione di un quaderno per il vostro stile di vita e la vostra creatività? A5 (la metà di un foglio di stampante), B5 (un po’ più grande dell’A5), A4 o A6.
  • Il colore è un fattore importante? Volete i fogli bianchi o avorio?
  • Che tipo di strumenti pensate di usare nel vostro bullet journal? Penne e pennarelli, brush pen, acquerelli?
  • Quanto dovrebbe durare il vostro bullet journal? Ad alcuni bastano circa 180 pagine (per una durata di 6 mesi), ad altri servono più pagine per utilizzarlo un anno intero.
  • Quanto siete disposte a spendere?
  • Copertina flessibile o rigida?
  • Ritenete siano importanti accessori come l’elastico, taschine interne o pen loop?

Per aiutarvi nella scelta, vi rimando alla lettura di questo articolo, dove confronto diversi tipi di quaderni per Bullet Journal.

confronto quaderni puntinati per bullet journal

2) Non acquistate accessori solo perchè sono di moda

Presti vi accorgerete che con l’hobby del journaling, vi si creeranno sempre più esigenze: la ricerca della giusta penna, adesivi vari, ecc.

E sul web troverete anche tantissime influencers (sì, ci sono anche in questo campo!) che vi consigliano le penne di una marca piuttosto che un’altra. Ma la verità è che in giro troverete diverse alternative più economiche.

Io ho avuto la fortuna di provare gli accessori per planning di tanti, tantissimi brand, e vi posso assicurare che l’alternativa c’è sempre e che spesso le marche più chiacchierate e costose non sono così valide: io ad esempio odiavo gli inchiostri Distress di Tim Holtz!

Leggi anche: Bullet Journal Q&A #1

Quindi come comportarsi?

La morale della storia è che dovrete provare diverse opzioni, senza fermarsi a quella che tutti consigliano. E quando avrete trovato, ad esempio, la penna giusta per voi, non acquistarne altre per rischiare di riempirvi la scrivania di cose inutili.

Ad esempio: tutti parlano dei Tombow Brush Pen, ma ci sono alternative molto valide e più economiche, come i Docraft Artiste o i Crayola.

Invece che acquistare rotoli su rotoli di washi tape, acquistate magari prima un set economico, e poi cercate di capire se la decorazione con i washi tape fa per voi. Io stessa ho uno scatolone con circa un centinaio di washi tape, alcuni sono nuovi, altri li userò a malapena due volte all’anno!

ACCESSORI CONSIGLIATI PER CHI INIZIA UN BULLET JOURNAL

Non siete obbligati a possedere i prodotti di cui parlerò per realizzare un buon bullet journal. Questi sono soltanto consigli: in teoria vi basterebbe solo il quaderno e una penna! Tutto il resto è solo un extra che potrete decidere se acquistare o no, anche in base alle vostre finanze e alla vostra esperienza.

  • Penne nere: Come abbiamo già detto, la penna giusta ha la sua importanza. Io personalmente ne ho provate tante e vi consiglio queste:
  • Un set di stencil: Se per voi disegnare non è un problema, allora gli stencil possono essere superflui, altrimenti possono essere un valido aiuto per farvi risparmiare tempo!
  • Accessori per colorare: Di questo abbiamo già ampiamente parlato. Se non amate lo stile minimal e volete un po’ di colore nella vostra agenda, potete pensare di acquistare acquerelli e brush pen.

3) Iniziare da Pagina 1

E’ un po’ come quando a scuola ci trovavamo di fronte a un foglio bianco senza sapere come iniziare il tema.

NIENTE PANICO!

La risposta giusta è: iniziare da pagina 1.

Può sembrare un consiglio stupido, ma è l’unico modo per infondervi il coraggio di iniziare. E non c’è bisogno di creare nulla di troppo complicato.

Ecco alcune idee per realizzare la prima pagina del vostro bullet journal.

  • Una citazione. Il web è un’eccellente fonte di ispirazione: trovate la vostra frase perfetta e scrivetela in modo carino e originale nella prima pagina.
  • La parola dell’anno. Scegliete una parola che vi rappresenti o che rappresenti i vostri obiettivi per il nuovo anno. Aprire ogni giorno il quaderno su quella parola vi darà la giusta motivazione per continuare.
  • Un disegno. Se vi piace disegnare, allora non scrivete nulla in prima pagina: semplicemente date sfogo alla vostra creatività.
  • Pagina delle “chiavi”: In inglese si chiama Key Page ed è la pagina dove inizia il vero divertimento del bullet journal. Qui scriverete tutti i simboli che andrete poi ad utilizzare all’interno delle vostre visioni settimanali e mensili!
  • Indice: Iniziate come in un libro. Inserite nell’indice tuttò ciò che conterrà il vostro bullet journal, tracker compresi.

4) Dedicate una pagina al Pen Test

Come detto prima, il modo peggiore per rovinare un bullet journal, è utilizzare le penne sbagliate, il cui tratto trapassa da una pagina all’altra. Ma non solo: questo vi può anche aiutare a capire e scegliere i reali colori delle penne.

Ecco quindi alcuni consiglio per realizzare una valida pagina di Pen Test.

  • Testa diversi colori.
  • Realizza diversi tratti: veloce, lento, fine, spesso.
  • Scrivi il nome di ciascuna penna vicino al tratto corrispondente.
  • Non realizzare la pagina di Pen Test dietro ad una pagina per te importante.

Leggi anche: 30 Banners per il tuo Bullet Journal

5) Impara a coprire gli errori

Sembra stupido ma per molti di noi una pagina sbagliata può significare il fallimento di un intero bullet journal. Eppure non è tutto perduto: ecco alcuni consigli per coprire gli errori:

  • Una penna bianca. Una buona penna bianca, soprattutto se è in gel, può aiutarvi a coprire qualche piccolo errorino di calligrafia, per esempio.
  • Washi tape: Per coprire errori commessi nei titoli, iniziare la pagina con un washi tape carino può aiutarvi molto! Usatene uno di colore scuro se avete scritto con una penna nera.
  • Un pezzo di pagina: più semplice di così! Tagliate un pezzo di carta puntinata da un quaderno di riserva e incollatelo sulla pagina dove avete commesso l’errore.
  • Printable: Se avete necessità di coprire una pagina intera e non vi va di strapparla, incollate un foglio di printable, che può essere una to-do list, un tracker o una pagina da colorare. Visita la sezione Free Printable del sito per scaricarne tantissimi tutti gratuiti!

E questo è tutto! Spero di avervi dato la motivazione necessaria per iniziare un nuovo Bullet Journal nel 2020!

Salva l’articolo su Pinterest per rileggerlo ogni volta che vorrai!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

f6c6447c44cbc562271d2848bdb303cc56027d825a12434355
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra informativa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi